Know-How

5 errori che non dovresti commettere PRIMA del tuo workout

Prima di dedicarti con slancio ai primi workout del 2018 dovresti tenere presente queste 5 cose.

Farò più sport. Dimagrirò un paio di chili. Chi non si è mai trovato a dire queste cose? Sono i classici buoni propositi dell’anno nuovo! All’inizio dell’anno sono in tanti ad essere molto motivati a sudare fino allo sfinimento. Eppure, ci sono 5 cose da tenere presente prima di buttarsi a capofitto nei primi allenamenti dell’anno nuovo. Ci sono, infatti, alcuni errori che NON dovresti commettere prima dell’allenamento.

1. Bere troppa acqua

Quando si fa sport è importante assumere un giusto quantitativo d’acqua. La carenza di liquidi ha un effetto negativo sulle prestazioni sportive. Tuttavia, anche bere molto prima dell’attività sportiva per fare ‘scorta’, ha un effetto negativo. Chi beve un litro d’acqua prima dell’allenamento non fa la scelta giusta per il proprio corpo. La massa formata dal liquido presente nello stomaco può causare crampi e nausea. È meglio bere poco prima dell’allenamento e portare con sé la borraccia RINGANA per bere regolarmente durante l’allenamento. Qui puoi leggere quali sono i benefici di un apporto di liquidi di alta qualità e pregiati con RINGANA SPORT boost: Il corretto apporto di liquidi durante l’attività sportiva

 

Non bere molti liquidi per fare ‘scorta’, ma bevi regolarmente durante il workout.

2. Uno shake sportivo in tutta velocità prima dell’attività sportiva?

Uno shake proteico dopo l’attività sportiva è una buona idea. Il PACK energy, per esempio, garantisce una rapida rigenerazione dopo lo sforzo fisico. Le proteine vegane derivanti dal riso integrale e dai piselli favoriscono il catabolismo muscolare. Ma gli shake proteici si bevono prima dello sport? NO! Si tratta di bevande che contengono molte proteine e il corpo sarebbe messo a dura prova perché impegnato nello sforzo fisico dell’allenamento e a digerire allo stesso tempo. Quindi nessuna bevanda proteica prima dell’allenamento, dopo è possibile bere, per esempio, uno smoothie con RINGANA PACK energy. Ecco una ricetta di smoothie: “Smooth Energy”

Non è una buona idea: assumere proteine PRIMA dell’allenamento. DOPO l’allenamento il PACK energy supporta la rigenerazione e il catabolismo muscolare.

3. Mangiare troppo e troppo tardi

Come è intuibile, non è una buona idea riempirsi la pancia poco tempo prima dell’allenamento pensando che tanto tutte quelle calorie verranno bruciate subito. Anche in questo caso il tuo corpo è impegnato principalmente nella digestione e poi si rischia che venga un senso di nausea.

Nelle 3 ore prima dell’allenamento è sconsigliato concedersi pasti lauti e articolati. Sino ad un’ora prima dell’allenamento è necessario limitarsi a piccoli spuntini contenenti sostanze nutritive che diventano rapidamente disponibili. Se prima dell’allenamento avverti un languorino, puoi prepararti la nostra “Smoothie Bowl” con RINGANA SPORT boost. Preparata in questo modo può essere un’ottima alternativa. Per ottenere la massima efficacia ti consigliamo di assumere RINGANA Sport boost come bevanda isotonica (1 bustina miscelata a 600 ml di acqua). Una bevanda isotonica presenta la stessa osmolarità del sangue umano e viene pertanto assimilata molto rapidamente dal corpo.

4. Rinunciare al sonno per fare attività sportiva

Sei talmente motivato che hai puntato la sveglia presto per inserire un altro allenamento prima di andare al lavoro. Ma non riesci ad alzarti da letto e il tuo corpo ha bisogno di dormire di più. Quando sei eccessivamente stanco (e non stai solo battendo la fiacca 😉) il tuo corpo deve fare uno sforzo notevole per allenarsi. Inoltre il battito cardiaco e del polso salgono molto più rapidamente e si avverte prima la sensazione di spossatezza. In questo caso è preferibile una bella dormita prima di allenarsi.

In caso di stanchezza eccessiva è meglio dormire prima di dedicarsi all’allenamento.

5. Non fare stretching

Lo stretching dovrebbe di fatto essere parte integrante di ogni allenamento. In fase di estensione aumenta la circolazione sanguigna dei muscoli che si preparano alla fase di sforzo successivo. In questo modo si riduce il rischio di infortuni. E ora il programma di allenamenti può partire alla grande!

Lo stretching in fase di riscaldamento dovrebbe rientrare in ogni workout.

A tal proposito: ti auguriamo un inizio di 2018 all’insegna dello sport! Speriamo che il nostro Sport Blog ti sia d’aiuto per raggiungere i tuoi obiettivi del 2018!

 

Un piccolo suggerimento che magari potrebbe aiutarti a fare fede ai buoni propositi di inizio anno per tutto l’anno:

per molti è di aiuto avere un compagno con il quale misurarsi durante lo sport. Se ci si concentra su stessi si finisce per rimanere più volentieri sul divano invece di sforzarsi con allenamenti. In questo caso avere un partner per l’allenamento che non si può piantare in asso può aiutare. Compagni di sfide, persone che condividono gli stessi ideali o semplicemente degli appassionati di sport che ti sappiano incoraggiare e incitare possono avere un effetto estremamente motivante.

 

Torna su